CCEF - Chiesa Cristiana Evangelica di Francoforte
CCEF - Chiesa Cristiana Evangelica di Francoforte

Imparando a Pregare

Introduzione

E 'sorprendente leggere nella Bibbia come un uomo con la sua preghiera a Dio è stato l'artefice di un grande risveglio spirituale in Israele.

Per anni, Israele era in uno stato di desolazione. Una gran parte della popolazione fu fatta prigioniera dai nemici Babilonesi.

I resti sono rimasti in uno stato di estrema povertà tra le rovine della loro città. Gerusalemme fu distrutta, sofferenze indicibili raggiunte i sopravvissuti rimasti in Giudea.

Un giorno un uomo ha chiesto circa la situazione del suo popolo.

 

Neemia 1:4-11


La preghiera di Neemia


Leggendo e studiando la preghiera di Neemia, impariamo e rendere più efficace la nostra preghiera davanti a Dio. Nella sua preghiera troviamo alcune caratteristiche interessanti e molto profonde:


1) Una preghiera fervente

 

La prima caratteristica di questa preghiera è il suo profondo " fervore ". Neemia considera la condizione materiale e spirituale del suo popolo una profonda tristezza. Egli dice in v.4:


Quando udii queste parole, mi misi seduto, piansi, e per molti giorni fui in grande tristezza. Digiunai e pregai davanti al Dio del cielo.


In questa preghiera esprimeva un grido di aiuto, non fu una preghiera formale! Piuttosto era un desiderio profondo dentro l'anima che cercava l'intervento di Dio. Neemia fu toccato personalmente. Lui non poteva far finta di niente e pensare: "Purtroppo che cosa possa fare?". Egli non ha reagito in modo indifferente e quando ha sentito la notizia, si mise a piangere, avere cordoglio, pregare e digiunare, perché lui amava il suo popolo. Tu ami la tua gente?

Quanto è diverso il suo atteggiamento dal nostro e quanto è diversa questa preghiera dalla nostra.

Ci avviciniamo a Dio pregando per gli altri, però non siamo colpiti nel cuore.

 Ci avviciniamo a Dio muovendo solo le labbra, mentre il nostro cuore è lontano da Lui.

Una tale preghiera è soltanto una presa in giro agli occhi di Dio.

Come Dio ama un donatore allegro, nello stesso modo ama e ascolta chi prega con fervore e profondità del cuore.

 

2) Una preghiera consapevole


Neemia non ha pregato ad un Dio ignoto, ma un Dio che lui sapeva di avere il diritto di accesso e per questo, Neemia ha pregato come nel - V. 5


O SIGNORE, Dio del cielo, Dio grande e tremendo, che mantieni il patto e fai misericordia a quelli che ti amano e osservano i tuoi comandamenti.


Egli credeva nella grandezza di Dio, nella Sua sovranità, nella sua fedeltà, la sua misericordia, per esperienza personale.


Senza la fede però è impossibile essergli graditi; chi infatti s'accosta a Dio deve credere che egli esiste e che egli ricompensa coloro che lo cercano. (Ebrei 11:6)


Quando mi accosto a Dio, devo essere consapevole del fatto che Egli è il rimuneratore di quelli che lo cercano (Dan. 11:32). Tu conosci Dio in questo modo? Quando preghi, che cosa ti aspetti da Dio?

 

3) Una preghiera insistente


Neemia prega incessantemente. Nel V. 6 dice:


Siano i tuoi orecchi attenti, i tuoi occhi aperti per ascoltare la preghiera che il tuo servo ti rivolge adesso, giorno e notte, per i figli d'Israele, tuoi servi, confessando i peccati dei figli d'Israele: perché abbiamo peccato contro di te; abbiamo peccato io e la casa di mio padre.


L'insistenza è una parte importante per una preghiera avere successo. Dio non è duro d'orecchio né ha bisogno della moltitudine delle nostre parole.

Dio vuole vedere quanto abbiamo a cuore ciò che chiediamo nella preghiera.

Non dimentichiamo che Gesù stesso ha raccontato delle parabole sottolineando l'importanza di insistere nella preghiera.

Leggi e rifletta su l'esempio "del giudice iniquo e la vedova" in Luca 18

Sei pronto a prendere tutto il tempo necessario per la preghiera, riconoscendo la sua importanza?


4) Una preghiera di confessione


È importante notare che la preghiera di Neemia è accompagnata da un sincero riconoscimento di sentire  anche responsabile per i mali che affliggevano la sua gente. Il testo dei V. 6-7 dice:


Siano i tuoi orecchi attenti, i tuoi occhi aperti per ascoltare la preghiera che il tuo servo ti rivolge adesso, giorno e notte, per i figli d'Israele, tuoi servi, confessando i peccati dei figli d'Israele: perché abbiamo peccato contro di te; abbiamo peccato io e la casa di mio padre. Abbiamo agito da malvagi contro di te, e non abbiamo osservato i comandamenti, le leggi e le prescrizioni che tu hai dato a Mosè, tuo servo. 


Neemia non punta il dito contro i suoi fratelli: "Signore, è tutta colpa loro".

Anche con il peccato, Neemia divenne compartecipante con il suo popolo, non si  è escluso, anzi, ha sentito un forte bisogno di confessare il peccato, perché sapeva che questa era la causa di tutto quello male. Purtroppo, in chiesa, quando alcune cose non vanno bene, noi incolpiamo agli altri, invece di pregare.

Senza confessione di peccato, la preghiera è impedita di essere ascoltata. In 1Pt 3:7, vediamo anche un passo dove la preghiera viene impedita:


Anche voi, mariti, vivete insieme alle vostre mogli con il riguardo dovuto alla donna, come a un vaso più delicato. Onoratele, poiché anch'esse sono eredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite.

 

5) Una preghiera di fede


Nel V. 8-9, la preghiera di Neemia è fatta con grande fiducia nel Signore;


Ricordati della parola che ordinasti al tuo servo Mosè di pronunciare: 'Se sarete infedeli, io vi disperderò fra i popoli; 9 ma se tornerete a me e osserverete i miei comandamenti e li metterete in pratica, anche se sarete dispersi negli estremi confini del mondo, io di là vi raccoglierò e vi ricondurrò al luogo che ho scelto per farne la dimora del mio nome'.


Fede significa fiducia in ciò che Dio ha detto. La preghiera fondata sulla fede, vale a dire, nelle promesse di Dio, non potrà mai essere abbattuta.

È come se Neemia avesse detto: "Signore, tu non puoi rigettare la Tua Parola, neanche dimenticare le Tue promesse”. “Mi appello alle tue promesse!". Quando Neemia pregò, lui si ricordò di tutte le promesse di Dio e questo richiede molta fiducia.

Questa fiducia è come un bambino nelle braccia di sua madre. Tale preghiera fa contento Dio, perché lo onora.

C'è una Speranza

Hai bisogno di sfogarti o semplicemente di una preghiera? 

"Non cercate perciò che cosa mangerete e berrete, e non state con l'animo in ansia: di tutte queste cose si preoccupa la gente del mondo; ma il Padre vostro sa che ne avete bisogno".

Luca 12:29-30

     Calendari            2018

"Gratuitamente

avete ricevuto,  

gratuitamente date"

 Matteo 10:8

Druckversion Druckversion | Sitemap Diese Seite weiterempfehlen Diese Seite weiterempfehlen
© gesu-ti-ama.de - Güterplatz 4, 60327 - Frankfurt am Main (Vicino alla stazione centrale)